San Benedetto

San Benedetto è il figlio più illustre di Norcia. Il padre fondatore del monachesimo occidentale che con la sua vita è stato esempio e modello per intere Nazioni del Vecchio Continente, nacque tra le nostre verdi montagne nel 480 con sua sorella gemella Santa Scolastica. I valori benedettini che hanno unificato l’Europa sconfiggendo le orde barbariche riteniamo possano essere ancora oggi molto attuali nel nostro tempo e utili anche alla “missione” sociale e umanitaria del Rotary. Per tale ragione il nostro Club è intitolato a San Benedetto.

San Benedetto è stato definito il padre del monachesimo occidentale poiché attraverso l’Evangelizzazione ha riportato ordine in un’Europa squassata dalle Tirannie. Il monaco di Norcia ha quindi seminato la civilizzazione dell’Europa moderna.

Comunità benedettina di Norcia

Ai primi vespri della prima domenica di Avvento del 2000, grazie a un monaco dell’Indiana (USA), Padre Cassian Folsom (nella foto), e grazie all’allora arcivescovo di Spoleto e Norcia, monsignor Riccardo Fontana, una comunità di benedettini torna a vivere nel locale monastero.

Fiaccola Benedettina Pro Pace

Ogni anno, in occasione del 21 marzo, la nostra comunità celebra San Benedetto con manifestazioni solenni che ruotano attorno alla Fiaccola Benedettina “Pro Pace et Europa Una”, che ogni anno viene accesa in una località diversa.

Promossa dalla città di Norcia, grazie alla proficua collaborazione dell’Amministrazione Comunale, dell’Arcidiocesi di Spoleto-Norcia e del Monastero Benedettino di Maria Sedes Sapientiae, dal 1964, anno della proclamazione di S. Benedetto a Patrono principale d’Europa da parte del Pontefice Paolo VI, la Fiaccola Benedettina “Pro Pace et Europa Una” va rafforzando nel tempo la sua missione di recuperare, valorizzare e diffondere in tutto il mondo quei valori benedettini sui quali sono state impiantate la cultura e la civiltà del continente europeo.

Ogni anno, scortata da una staffetta di giovani atleti, viene accesa come ideale segno della luce di S. Benedetto in una diversa e significativa località, suscitando sentimenti di fraternità, amicizia e pace, di cui il Santo da Norcia fu apostolo infaticabile in mezzo ai popoli, sotto il segno cristiano della croce e dell’aratro, tradotto dal motto emblematico “Ora et labora”.

A partire dal 1980, a seguito delle celebrazioni del XV centenario della nascita di S. Benedetto, la Fiaccola Benedettina ha cominciato a ripercorrere le tracce della spiritualità benedettina nel continente europeo, coinvolgendo la partecipazione delle massime autorità politiche e religiose dei diversi Paesi visitati, non ultima quella degli Ambasciatori.